Organoterapia

     

L'organoterapia è una bioterapia che tratta l'organo o il tessuto malato mediante la somministrazione di organi o tessuti omologhi sani diluiti e dinamizzati.
"L'organo sano diluito e dinamizzato agisce sull'organo malato per ristabilirne il funzionamento alterato" (C. Bergeret).
Tale metodica utilizza estratti d'organo prelevati da animali secondo le direttive della Farmacopea francese per le preparazioni omeopatiche. La somministrazione all'uomo di tessuti di origine animale, organi digestivi ed endocrini del maiale e sistema nervoso centrale e periferico del montone, è possibile a partire dalla 3CH (centesimale hahnemanniana), perchè da tale diluizione in poi si perde la specificità di specie mentre si mantiene quella d'organo.
L'esperienza clinica pratica ha insegnato che diluizioni dell'ordine della 4CH hanno un'azione stimolante sul tessuto/organo malato o ipofunzionante, le 7CH regolano l'attività, le 15CH e 30CH inibiscono l'attività di tessuto/organo.
I ceppi organoterapici si ottengono con la microliofilizzazione del tessuto prelevato dall'animale; gli organoterapici sono disponibili in granuli, ampolle bevibili e supposte.

 
     

torna a medicina naturale